Regione Veneto

Seguici su:

Esplora contenuti correlati

Carta d'identità e donazione organi e tessuti

CARTA D’IDENTITA’ E DONAZIONE ORGANI E TESSUTI

Donazione organi

DESCRIZIONE  
Dal primo Settembre 2017 il Comune di Eraclea attiverà il progetto “Una scelta in Comune”.

Il progetto permette a chi richiede o rinnova la carta d’identità di esprimere il proprio consenso o diniego alla donazione post mortem   dei propri tessuti e organi  , firmando un semplice modulo (Legge 9 agosto 2013, n. 98). I cittadini maggiorenni che intendono esprimere la volontà di donare i propri organi, possono compilare e firmare il modulo di dichiarazione all’ufficio anagrafe del Comune di residenza in occasione del rilascio/rinnovo della carta d’identità.


MODALITÀ
 
La registrazione delle volontà si svolge nel seguente modo:

  • al cittadino maggiorenne che si reca presso gli uffici dell’anagrafe per il rilascio o il rinnovo della carta di identità è chiesto, durante la preparazione del documento, se desidera dichiarare la propria posizione (consenso o diniego) rispetto alla donazione dei propri organi dopo la morte;
  • il cittadino può decidere liberamente se rilasciare o meno una dichiarazione;
  • in caso affermativo gli viene consegnato un modulo in duplice copia sul quale dichiara la propria posizione;
  • l’operatore inserisce tale posizione sulla maschera informatica predisposta e consegna al cittadino una copia come ricevuta, che può in tal modo controllare la correttezza dei dati inseriti;
  • la posizione del cittadino viene trasmessa al SIT (Sistema Informativo Trapianti) in via telematica;
  • il modulo compilato dal cittadino è conservato presso l'ufficio Anagrafe;
  • La scelta effettuata non comporta l’apposizione di alcuna specifica dicitura sul documento di identità

 
ALTRE INFORMAZIONI  
La decisione presa può essere modificata in qualsiasi momento.

In ogni caso non esiste il silenzio-assenso:  questo vuol dire che se non c’è una dichiarazione di volontà fatta in vita, in caso di morte cerebrale verrà chiesto il parere ai familiari aventi diritto.

Tutti  i cittadini maggiorenni  possono fare la loro dichiarazione, non c’è limite di età.

Le principali confessioni religiose sono favorevoli  alla donazione degli organi, considerata come un atto di grande solidarietà umana.

 

ALTRI MODI PER DARE IL CONSENSO O IL DINIEGO

• recarsi all’ULSS locale o in una sede AIDO  e fare lì la dichiarazione (in questo modo la scelta viene registrata nel SIT);
• compilare il tesserino blu  inviato dal Ministero della Salute nel 2000 o la tessera delle associazioni  di settore e tenerle sempre con sé;
• scrivere una dichiarazione  con tutti i dati personali, firmarla, apporre la data e tenerle sempre con sé.

Ulteriori informazioni si possono trovare sul sito del ministero della salute:
http://www.trapianti.salute.gov.it/ UNA SCELTA IN COMUNE

pubblicata il 27 giugno 2017
<< <  ... 10111213141516171819 ...  > >>

Data ultima modifica: 2 Dec 2016
torna all'inizio del contenuto